AVIS di Terni, è preoccupante il dato delle donazioni di sangue [fonte: La Conca ternana]

Il presidente provinciale dell’Avis Mauro Tosi ha lanciato il grido d’allarme, per la carenza di sangue che vede costretti gli operatori a ricorrere alle banche del sangue di altre regioni.

Ma cosa sta succedendo presidente Tosi?

Ci stiamo avvicinando al Natale e tutti promettiamo di migliorarci, di cogliere l’occasione per riflettere sull’anno trascorso per iniziarne, possibilmente, uno migliore. È quello che faranno anche molte persone che si trovano o si troveranno in condizioni di salute precarie ed avranno necessità di qualche sacca di sangue o di plasma per migliorare o, addirittura, salvare la propria vita. Non deludiamoli! Da circa tre anni il numero di donazioni di sangue, soprattutto nel ternano, è in calo e continuiamo a sperare che il prossimo sia migliore, ma le prospettive non sono proprio rosee.
La carenza si rileva non tanto nel numero dei donatori quanto nella frequenza con cui si recano ai centri trasfusionali. È una questione culturale, di impegni lavorativi sempre più pressanti, di controlli sempre più stringenti per la tutela della salute, sia del donatore che del ricevente. Sono diversi i fattori che hanno caratterizzato questa discesa, ma i ternani sono vivi, forti, solidali. Cerchiamo, tutti insieme, di invertire la rotta, dimostriamo, a chi è nel bisogno, la nostra attenzione per loro”.

Lei ha iniziato una campagna di sensibilizzazione, sta incontrando associazioni, le forze dell’ordine locali.

Oggi mi rivolgo a tutti gli sportivi; la Ternana vuole e sta sulla giusta strada per tornare in serie B. Impegniamoci perché anche l’Avis Ternana torni alla serie superiore, quella delle città più lodevoli per la loro solidarietà. È un percorso lungo, più del campionato, ma dobbiamo farcela! Tutti gli sportivi possono donare, proprio perché hanno uno stile di vita sano, anzi, oltre alla gioia di un gesto di solidarietà, possono trarre beneficio dalla donazione periodica, da un ricambio di sangue controllato che rigenera energie”.

In passato l’Avis ha ricevuto donazioni dai giocatori rossoverdi.

Mi auguro di organizzare presto anche una donazione collettiva dei giocatori della Ternana, idoli di tutti gli sportivi ternani. Parlatene in famiglia, con gli amici, diffondete il messaggio della solidarietà ternana. Una società può dirsi civile se chi ha bisogno sa di poter contare su di essa. Chiunque desideri maggiori informazioni sulle modalità, può contattare le sedi delle Avis provinciali, presenti nel sito www.avisprovincialeterni.it o contattarmi telefonicamente al numero 329.0067459”.


Lascia un commento