Fase 2: l’emergenza non è finita

Anche se siamo entrati pienamente e fin’ora con “successo” nella fase 2 di questa pandemia non possiamo ancora ritenere finita l’emergenza.

Ora infatti ci si pone un ulteriore obiettivo, quello di tornare alla normalità e per farlo è necessario che tutte le attività vengano ripristinate come e meglio di prima.

Negli ospedali il peso delle terapie intensive sta gravando sempre di meno e per questo hanno iniziato a riprendere le visite e gli interventi di routine.

Questo vuol dire che ci troviamo di fronte alla necessità di ripristinare le scorte di sangue, di tutti i gruppi, per permettere di far funzionare correttamente e con la giusta frequenza le sale operatorie.

Perciò rivolgiamo un appello a tutti i donatori della provincia che si rechino quanto prima presso i centri di donazione per donare il sangue ed aiutarci a tornare alla tanto desiderata normalità, anche e soprattutto in ambito medico.

È un dovere verso la propria collettività!


Lascia un commento